logo agralia

L'agricoltura sembra molto semplice quando il tuo aratro è una matita e sei a un migliaio di miglia dal campo di grano
D.E.

Agralia Studio Agronomico è

il luogo dell'agronomia,

il luogo dove teoria e pratica si incontrano,

il luogo dove agronomi e produttori si confrontano,

condivisione di conoscenze ed esperienze,

supporto a produzione, qualità e sviluppo aziendale

Bollettino Agrometeorologico Olivo n°1 2022 del 06.09.2022  Lago di Garda Bresciano

INDICAZIONI METEOROLOGICHE

Le abbondanti piogge del mese di agosto hanno consentito di ripristinare il contenuto idrico dei suoli. A partire da quel momento, le olive hanno avviato una rapida fase di ingrossamento che le ha portate, ad una dimensione media superiore alla norma.

Le temperature si sono sensibilmente ridotte posizionandosi nel range 20-30 °C.

tab bollettino olivo

PREVISIONI METEOROLOGICHE

E’ previsto un sensibile peggioramento per la giornata di giovedì che potrebbe trascinarsi anche su venerdì e sabato.

Dopo una breve fase stabile il tempo dovrebbe divenire nuovamente incerto per l’ingresso di un fronte freddo che dovrebbe portare ad un sensibile abbassamento delle temperature.

GESTIONE DELL’INERBIMENTO E DELLA VEGETAZIONE

Non è necessario intervenire sugli inerbimenti.

Nel caso siano previsti trattamenti insetticidi effettuare trinciature per eliminare le fioriture e proteggere i pronubi (api etc).

ROGNA DELL’OLIVO E OCCHIO DI PAVONE

Al momento non si riscontra la presenza di patogeni fungini o di rogna. La lunga estate calda e l’assenza di eventi piovosi e grandinigeni ne ha limitato lo sviluppo.

E’ però necessario tenere elevata l’attenzione e la protezione negli oliveti che negli scorsi anno hanno subito attacchi intensi, favorendo la copertura con rame da solfato alla dose di 400/800 gr di rame metallo per trattamento con cadenza regolare prima delle piogge.

MOSCA DELL’OLIVO

La presenza è in generale ridotta anche se si verifica localmente l’inizio delle infestazioni.

E’ necessario mantenere elevata l’attenzione ed il monitoraggio al fine di poter identificare fin da subito l’avvio delle infestazioni.

L’assenza di insetticidi ad elevata capacità di controllo sulle larve richiede di attivare sistemi preventivi quali la cattura massale o l’uso di insetticidi con esca attrattiva per il controllo degli adulti deponenti (Spinosad con esca oppure Cyantraniliprole con esca).

Questi prodotti richiedono la distribuzione a macchie sulla vegetazione e devono essere ripetuti con regolarità nel corso di tutto il volo.

Verificare in etichetta le modalità d’uso, i dosaggi e le limitazioni di etichetta.

CIMICE

La presenza di cimice verde ma soprattutto asiatica rimane consistente.

In attesa di comprendere in maniera scientifica l’influenza di questo insetto sulla produzione è possibile attivare un sistema di controllo massale, anche in considerazione della scarsa efficacia di molti insetticidi.

L’utilizzo dei feromoni aggregatori consente di attirare le piante in prossimità delle trappole per fare cadere all’interno del liquido.

cimice asiatica