logo agralia

L'agricoltura sembra molto semplice quando il tuo aratro è una matita e sei a un migliaio di miglia dal campo di grano
D.E.

Agralia Studio Agronomico è

il luogo dell'agronomia,

il luogo dove teoria e pratica si incontrano,

il luogo dove agronomi e produttori si confrontano,

condivisione di conoscenze ed esperienze,

supporto a produzione, qualità e sviluppo aziendale

BOLLETTINO AGROMETEOROLOGICO ORTICOLTURA- AGOSTO 2022

Condizioni meteo pregresse

Il mese di luglio ha fatto registrare temperature elevate e piogge scarse, soltanto a cavallo tra il 27 e il 28 luglio si sono verificate delle precipitazioni a carattere temporalesco accompagnate da una breve tregua dal caldo eccessivo. In seguito le temperature sono tornate a salire fino al weekend scorso, che grazie all’arrivo di una serie di perturbazioni, sono tornate nella norma.

Previsioni

Prosegue il periodo di instabilità che vede l’arrivo di un’intensa perturbazione tra giovedì 18 e venerdì 19 caratterizzata da precipitazioni molto abbondanti (superiori ai 60 mm) e un abbassamento delle temperature, con minime notturne di 16°.

Irrigazione

In funzione della riduzione delle ore di luce giornaliere e dell’abbassamento delle temperature, considerando anche il peggioramento previsto, si consiglia di ridurre i volumi d’irrigazione generali e limitare fortemente gli apporti nel corso della settimana.

Ombreggi

È possibile incominciare a seminare la valeriana e lo spinacino sotto l’ombreggio per lattughino (30/40 %), le rucole possono essere coltivate senza ombreggi, e per il lattughino si può ipotizzare una luminosità del 50%.

Preparazione del terreno

Garantire lavorazioni profonde. Favorire la preparazione in corretto stadio di tempera per mettere le colture nelle migliori condizioni.

Concimazioni

Al fine di favorire il recupero delle colture che hanno subito uno shock termico è possibile effettuare concimazioni a base di alghe anche ripetendone l’utilizzo.

Stato fitosanitario

La Rizoctonia è stata favorita dalle avverse condizioni climatiche avute nell’ultimo periodo. Al fine della limitazione del problema, attuare tutte le buone pratiche agronomiche per il suo controllo e fare uso di funghi antagonisti, anche ripetendone la distribuzione ogni 7/10 gg.

Per il controllo di Rizoctonia è possibile testare anche Pseudomonas Spp, oltre agli agrofarmaci ammessi per la coltura.