logo agralia

L'agricoltura sembra molto semplice quando il tuo aratro è una matita e sei a un migliaio di miglia dal campo di grano
D.E.

Agralia Studio Agronomico è

il luogo dell'agronomia,

il luogo dove teoria e pratica si incontrano,

il luogo dove agronomi e produttori si confrontano,

condivisione di conoscenze ed esperienze,

supporto a produzione, qualità e sviluppo aziendale

SISTEMA DI QUALITÀ NAZIONALE PRODUZIONE INTEGRATA (SQNPI)

Il Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata (SQNPI) è stato istituito con la Legge n. 4 del 3 febbraio 2011 (art.2). La finalità del SQNPI è quella di certificare le produzioni agricole ed agroindustriali, ottenute conformemente alla norma della produzione integrata.

Il sistema di produzione agroalimentare “utilizza tutti i mezzi produttivi e di difesa delle produzioni agricole dalle avversità, volti a ridurre al minimo l’uso delle sostanze chimiche di sintesi ed a razionalizzare la fertilizzazione, nel rispetto dei principi ecologici, economici e tossicologici”

Ricordiamo che la lotta integrata è in realtà obbligatoria dal primo gennaio 2014 (ai sensi dell’articolo 219, del decreto legislativo n. 150 del 14 agosto 2012). Esiste anche un livello “avanzato” e “volontario” di lotta integrata, che prevede l’osservanza dei Disciplinari Regionali di Produzione Integrata. In Lombardia questo livello viene generalmente adottato dalle aziende che aderiscono alla Misura 10 – sottomisura 10.1 del Programma di Sviluppo Rurale, le quali percepiscono un premio annuale che, in funzione della coltura, può raggiungere i 600 euro/ettaro.

La certificazione SQNPI si divide in due categorie:

  • Certificazione (consente l’uso del marchio SQNPI)
  • Attestazione di conformità agroclimatica dell’azienda agricola. La semplice attestazione di conformità non consente l’utilizzo del marchio, ma è finalizzata a dimostrare il rispetto della produzione integrata per le misure agro ambientali dei PSR – Misura 10.

Le aziende agricole lombarde che aderiscono alla Misura 10, tuttavia, non hanno l’obbligo di possedere l’attestazione di conformità agroclimatica, ed i controlli sono a campione e in capo alla Regione stessa.

La certificazione è richiedibile sia per la materia prima agricola che per il prodotto trasformato e consente l’immissione sul mercato con il marchio SQNPI di seguito riportato.

I controlli in campo prevedono l’effettuazione di un’analisi multiresiduale, nonché il rispetto dei disciplinari regionali di difesa:

e delle tecniche agronomiche:

Per quanto riguarda la fase di trasformazione i controlli si concentrano chiaramente sulla tracciabilità dei lotti a partire dalla materia prima e nel caso delle cantine, senza che avvenga duplicazione delle registrazioni a cui queste aziende sono già sono tenute, si fa riferimento ai registri di cantina.