logo agralia

L'agricoltura sembra molto semplice quando il tuo aratro è una matita e sei a un migliaio di miglia dal campo di grano
D.E.

Agralia Studio Agronomico è

il luogo dell'agronomia,

il luogo dove teoria e pratica si incontrano,

il luogo dove agronomi e produttori si confrontano,

condivisione di conoscenze ed esperienze,

supporto a produzione, qualità e sviluppo aziendale

Bollettino Agrometeorologico Olivo n°5 2022 del 26.10.2022 Lago di Garda Bresciano

INDICAZIONI METEOROLOGICHE

L’ultima settimana di ottobre ha portato ad un aumento delle temperature fino a raggiungere un massimo di 31 C°. Successivamente la temperatura è diminuite ed è rimasta costante nel range 25/20 C°. A partire dal 24 ottobre le temperature sono tornate ad aumentare per poi avere un lieve calo a causa di un temporale avvenuto nelle prime ore del 25 ottobre, ha portato circa 15 mm di pioggia.

PREVISIONI METEOROLOGICHE

Per la settimana del 24 ottobre è previsto un tempo variabile. I primi giorni della settimana saranno nuvolosi poi a partire da giovedì sono previste schiarite e giorni soleggiati fino a lunedì prossimo. Le temperature diminuiranno leggermente e rimarranno costanti nel range 15/22 C°

FASE FENOLOGICA

Raccolta.

L’invaiatura è già completata nelle varietà precoci, mentre è in fase di avvio nelle varietà tardive.

L’inoleazione è a buon punto con rese in frantoio del 12/15 %.

GESTIONE DELL’INERBIMENTO E DELLA VEGETAZIONE

È necessario trinciare gli inerbimenti in vista della raccolta.

MOSCA DELL’OLIVO

La presenza di mosca è riscontrabile in tutto il territorio Lombardo, con un numero di individui catturati sempre più alto.

Nel Basso Garda il numero degli individui adulti risulta minore rispetto al numero di individui riscontrati nell’alto Garda. Sono aumentati nell’ultima settimana soprattutto nei comuni di Gargnano, Limone sul Garda, Toscolano Maderno e Tignale. L’infestazione nell’alto Garda rimane alta dove non sono state effettuati trattamenti corretti contro la mosca dell’olivo.

In Valtenesi l’infestazione non è omogenea, nelle aree di Puegnago del Garda risulta molto elevata mentre nel comune di Salò è meno diffusa.

In caso di attacchi, vista la fase fenologica si consiglia di anticipare la raccolta, soprattutto nelle aziende biologiche.

Nel caso si volesse posticipare la raccolta, si consiglia di trattare tenendo in considerazione con attenzione i tempi di carenza dei prodotti che si vuole utilizzare.

Per le aziende a conduzione biologica si consiglia di utilizzare Spintor Fly a dose 1,2 l/ha con intervallo di sicurezza di 7 giorni oppure Caolino a dose 30 kg/ha: se si utilizza questo prodotto bisogna prestare molta attenzione alle pioggie previste perché è una sostanza facilmente dilavabile.

Può essere utilizzata anche Bauveria Bassiana con dose massima di 2 l/ha.